eventi

Cortona spirituale (o iconografica arte sacra nel cortonese)

 

Cortona spirituale (o iconografica arte sacra nel cortonese)

Mezzi: percorribile a piedi

Difficoltà: impegnativo

Tempo: 3 ore

Partenza: Museo Diocesano

Termine: Chiesa di San Domenico

Tappe: Museo Diocesano; Cattedrale; San Filippo; Monastero SS. Trinità; San Niccolò; San Domenico.

Il percorso parte da piazza del Duomo, in cui spiccano la Cattedrale in stile rinascimentale e l’edificio che fù la Chiesa del Gesù (1498 – 1505) dove ha sede il Museo Diocesano realizzato nel 1945. La struttura è formata da 9 sale in cui sono esposti alcuni dei più preziosi tesori della storia dell’arte toscana, tra i più importanti figurano: L’Annunciazione del Beato Angelico (1436), il Dossale di Santa Margherita (1298) e l’Estasi di Santa Margherita del Crespi, il Compianto su Cristo morto di Luca Signorelli (1502). Uscendo dal Museo si prende Via Zeffirini e ci si dirige verso Via Roma dove sorge la Chiesa di San Filippo che custodisce una tela del Piazzetta. Tornando in piazza del Duomo attraverso via Zeffirini e proseguendo verso Piazza Signorelli, si imbocca Via Benedetti per poi girare in Via Maffei verso la Chiesa di San Francesco (XIII sec.), salendo via Berrettini si giuge a piazza del Pozzo Caviglia: a sinistra, al n.33, la casa natale del pittore Pietro Berrettini (Pietro da Cortona). Salendo ancora si giugne a piazza della Pescaia.

Scandendo per Via San Niccolò si trova il convento di Santa Chiare (XVI sec.) progettato dal Vasari. Davanti ad esso si trova l’imponente monastero cistercense-benedettino della SS. Trinità (XVI sec.). Risalendo per via San Niccolò si può visitare la Chiesa quattrocentesca di San Niccolò. A pochi passi si prende Via delle Santucce e si arriva alla bella costruzione settecentesca denominata Villa Sernini, attuale sede della Georgia University. Scendendo per Viale S. Margherita si arriva all’imbocco di Via Nazionale. Sulla parte opposta si trova la chiesa di San Domenico.